FANDOM


Topolino nella II Guerra Mondiale (Mickey Mouse on a Secret Mission) è una storia di 84 strisce scritta da Bill Walsh, disegnata a matita da Floyd Gottfredson e ripassata a china da Dick Moores.

Le strisce vennero pubblicate per la prima volta negli Stati Uniti sui quotidiani dal 19 luglio al 23 ottobre 1943.

In Italia furono pubblicate per la prima volta su Topolino sui numeri dal 662 al 679, in edicola dal 25 ottobre 1947 al 21 febbraio 1948.

Personaggi Modifica

Trama Modifica

Immobilizzato e prelevato da un energumeno e da una vecchietta, che sembrano spie tedesche, Topolino viene in effetti condotto in una base militare sotterranea dell'Esercito USa, dove conosce Controllo Sette. Sottoposto a vari test psico-fisici, Topolino viene infine incaricato di testare in volo uno speciale tipo di aereo noto come "Il Pipistrello".

Topolino prende ben presto confidenza con il super veivolo e, nel giro di pochi minuti, si ritrova a sfrecciare nei celi di una Parigi occupata dai nazisti, i quali, tramite l'agente 17 e il suo complice Pietro Gambadilegno, cercheranno di rubare "Il Pipistrello".

I due riusciranno ad impadronirsene temporaneamente, stordendo il custode del campo di atterraggio, ma Topolino riuscirà a recuperare l'aereo senza però riuscire ad arrestare i due malviventi. Al secondo tentativo, i nazisti catturano Topolino e il suo aereo con un enorme magnete e li portano a Berlino alla presenza del Maresciallo Von Mess.

Topolino, per portare a termine la propria missione, finge di voler collaborare con i tedeschi, ma in effetti impiega "Il Pipistrello" peer sradicare il comando del campo di aviazione, per distruggere i cantieri di Kiel dove si costruiscono sottomarini, per cannoneggiare le principali città tedesche e per scoperchiare il tetto del "covo" di Hitler a Berchtesgaden, e infine per irrompere nel Comando Supremo prelevando "al volo" il comandante in capo Mareschiallo Von Schtoort, prima di tornare vincitore in patria con i suoi prigionieri.

Note Modifica

Sembra che Hitler abbia avuto modo di leggere Topolino nella II Guerra Mondiale e che la storia lo abbia irritato molto spingendolo ad intimare al suo alleato Benito Mussolini di eliminare Topolino dalle pagine a fumetti italiane. Topolino giornale chiuderà i battenti con il numero 564 del 21 dicembre 1943, per riprendere le pubblicazioni dopo la fine della Guerra, il 15 dicembre 1945.

Controllo Sette e "Il Pipistrello" torneranno nuovamente nella storia Topolino: Operazione "ghiottone" del 1997.

Altre pubblicazioni italiane Modifica

Predecessore: Storie a strisce di Topolino Successore: [[Immagine:{{{immagine}}}|30x30px]]
Un'avventura di Topolino nella II Guerra Mondiale 19 luglio - 23 ottobre 1943 Topolino e la cassetta elettronica I
con
II
con
III
con
IV
con
V
con
VI
con
VII
con
VIII
con
IX
con
X
con
XI
con
XII
con
XIII
con
con
Un'avventura di Topolino nella II Guerra Mondiale {{{data}}} Topolino e la cassetta elettronica